A Riccione medici a confronto su tumore del cavo orale e apnee ostruttive il 15 settembre

Apnee ostruttive e tumore del cavo orale. Due patologie che interessano la bocca e l’apparato respiratorio che mettono gravemente a rischio la salute delle persone e di cui, ancora, si parla troppo poco. Soprattutto di come affrontarle e di quanto un approccio multidisciplinare possa essere efficace nella loro diagnosi e cura.

A confrontarsi su questo argomento, venerdì 15 settembre al Palacongressi di Riccione, saranno specialisti di diversi settori della medicina, dal chirurgo maxillo-facciale all’otorino-laringoiatra, dall’odontoiatra al patologo orale, nel convegno organizzato da Fondazione ANDI onlus dal titolo Problematiche multidisciplinari del distretto dento-facciale: apnee ostruttive e tumori del cavo orale. Prevenzione e comunicazione al cittadino.

L’iniziativa, che si svolgerà dalle 14 alle 18 nella Sala Polissena B, si colloca all’interno del 62°Congresso Scientifico ANDI – Associazione Nazionale Dentisti Italiani.

Il tumore del cavo orale e le apnee ostruttive del sonno – sindrome che si manifesta con ripetute pause nella respirazione durante il riposo notturno che può condurre a infarto, cardiopatie e ipertensione – sono le due patologie su cui la Fondazione ANDI onlus è da tempo impegnata per sensibilizzare i cittadini sulle possibili problematiche legate al distretto dento-facciale e sulle modalità per prevenirle e affrontarle.

Con questo convegno intende mettere a confronto diversi specialisti per cercare di fornire al paziente la risposta più efficace possibile a problematiche complesse. Per questo il format dell’incontro si discosterà dalla consueta formula che vede susseguirsi diversi relatori che intervengono su un argomento a loro congeniale, ma prevede che tutti gli specialisti rispondano agli stessi quesiti, ciascuno esponendo il punto di vista della propria disciplina di riferimento. Sia il tumore orale che le apnee ostruttive del sonno interessano, infatti, più organi e apparati di conseguenza la loro cura, per essere efficace, deve necessariamente coinvolgere diversi specialisti.

Il convegno vedrà impegnati – oltre ai presidenti di ANDI e della sua Fondazione, i dottori Gianfranco Prada e Giovanni Evangelista Mancini – la dottoressa Giuseppina Campisi, patologo/medico orale, professore, vicepresidente SIPMO; il dottor Alessandro Corrado Casu, odontoiatra, specialista in ortognatodonzia, disfunzioni temporomandibolari, dolore orofacciale, apnee del sonno e russamento; il dottor Aldo Bruno Giannì, direttore dell’Unità Operativa Complessa di chirurgia maxillo-facciale e di odontostomatologia Fondazione Ca’ Granda IRCCS Ospedale Maggiore Policlinico di Milano; il dottor Lorenzo Lo Muzio, patologo/medico orale, professore, presidente SIPMO; il dottor Michele Mignogna, patologo orale, professore e ricercatore Università degli Studi di Napoli Federico II; il dottor Claudio Vicini, otorinolaringoiatra, direttore U.O. ORL e chirurgia cervico-facciale Ospedale G.B. Morgagni – L. Pierantoni di Forlì e il dottor Carmelo Zappone, otorinolaringoiatra, presidente AIOLP.

Qui http://fondazioneandi.org/62-congresso-scientifico-nazionale-andi/ il programma completo.
Per info segreteria@fondazioneandi.org oppure 0230461080.

____________________________________________