Al via la prima edizione di Hackathon for Ophthalmology – H40

L’innovazione al servizio della salute degli occhi – Al via la prima edizione di Hackathon for Ophthalmology – H40

Innovazione, co-progettazione, co-design, nuovo approccio educativo: sono questi gli elementi alla base di H4O – Hackathon for Ophthalmology, un percorso messo a punto per la prima volta in ambito oftalmologico con l’obiettivo di sviluppare progetti atti a migliorare la qualità della vita di persone ipovedenti e non vedenti.
L’iniziativa, promossa dalla Società Oftalmologica Italiana (SOI), dalla Fondazione Cottino e da Novartis, intende porre l’attenzione sull’ipovisione, condizione in costante crescita in Italia e nel mondo.
H4O – Hackathon for Ophthalmology parte dall’identificazione di necessità e bisogni attraverso osservazioni etnografiche e raccolta di dati all’interno di ospedali e centri di cura per l’ipovisione e la cecità con il coinvolgimento di medici, pazienti, familiari e operatori sanitari.
“Partendo dalle difficoltà e dagli insuccessi che i pazienti affrontano quotidianamente, la Società Oftalmologica Italiana sostiene il progetto innovativo ad alta potenzialità H4O, consapevole di una partnership ‘non convenzionale’ rispetto il metodo di operatività tradizionale della comunità scientifica. L’obiettivo è preciso: fornire nuove soluzioni per la salvaguardia della vista a misura e nel rispetto delle persone” – dichiara Matteo Piovella, Presidente Società Oftalmologica Italiana (SOI).
H4O sarà presente al Congresso Nazionale SOI con il Design Thinking Lab, un laboratorio che coinvolgerà attivamente i partecipanti all’evento per identificare le priorità delle differenti patologie oftalmologiche. Il percorso si concluderà il secondo weekend di ottobre (12-14 ottobre 2018 presso la Fabbrica del Vapore di Milano) con l’Hackathon finale, una maratona ideativa che culminerà nella presentazione e produzione di soluzioni reali prototipate (concept, prodotti e servizi, etc.) con supporti digitali e dimensioni tecnologiche realmente applicabili, per rispondere ai bisogni e alle problematiche emerse durante la fase osservativa e terminerà con la proclamazione dei vincitori.
“Mettiamo sempre al centro del nostro operato i giovani e le nuove generazioni, cercando di trasmettere passione e promuovere quella che noi definiamo ‘cultura di impresa con un chiaro impatto sociale’ – dichiara l’ing. Giovanni Cottino, Fondatore e Presidente della Fondazione Cottino. Quest’anno siamo molto orgogliosi di sostenere H40, che con il premio Cottino Applico realizzato con SOI ci vede in prima linea nel campo oftalmologico. Crediamo nel talento dei partecipanti che aderiranno al progetto e nel favorire il dibattito sull’ipovisione attraverso una prospettiva globale del problema che coinvolga pazienti, utenti, medici e operatori sanitari – conclude Cottino”.
“Abbiamo voluto con convinzione promuovere il progetto H40 – Hackathon for Ophthalmology, perché da sempre crediamo nell’innovazione scientifica mirata a fornire soluzioni per migliorare la salute dei pazienti – dichiara Giuseppe Pompilio, Franchise Head Oftalmologia di Novartis. È fondamentale far emergere e sostenere le nuove idee e l’ecosistema italiano delle startup anche per trovare soluzioni in ambito oftalmologico che vadano incontro ai bisogni dei pazienti e di tutte le persone che operano nel mondo della salute”.
Il progetto è realizzato con la collaborazione dell’Università Milano Bicocca, del Polihub-Politecnico di Milano, ITIA-CNR, e il perfoming partner Sege. Tappa fondamentale del percorso è l’analisi e l’elaborazione dei dati condotta da studenti di diverse facoltà e dipartimenti, dell’Università degli Studi Bicocca, del Politecnico di Milano e di altri atenei. Per gli studenti è un percorso che permette di accrescere le loro capacità confrontandosi in un contesto multidisciplinare e che permette di acquisire le competenze trasversali molto spendibili nel mondo del lavoro attuale.
Per iscriversi al Progetto H4O, partecipando alle sue varie fasi, e all’Hackathon finale, è possibile consultare il sito www.h4omilano.it o inviare direttamente una mail all’indirizzo iscrizioni@h4o-milano.it. La partecipazione è gratuita, ma è necessario registrarsi.

Ipovisione e cecità
Ipovisione e cecità sono problemi sempre più diffusi nella società moderna, tanto da essere indicati come una priorità per i Servizi Sanitari di tutti i Paesi dall’Organizzazione Mondiale delle Sanità. La causa è da imputare soprattutto all’aumento dell’età media della popolazione: l’81% di chi presenta queste problematiche ha infatti più di 50 anni, con un’impennata dopo i 60”. Oggi secondo alcune stime dell’OMS del 2017, nel mondo i non vedenti sono circa 36 milioni e gli ipovedenti sono circa 217 milioni. In Italia gli ipovedenti sono circa 1.500.000 e i non vedenti più di 200.000.
SOI
Nata nel 1869, la Società Oftalmologica Italiana (SOI) è l’associazione scientifica tra le più antiche e rappresentative d’Europa, punto di riferimento dei 7.000 medici oculisti italiani.
SOI svolge attività e interventi in ambito scientifico, professionale e di politica sanitaria, per l’affermazione del diritto primario di accesso alla cura, il miglioramento della qualità nelle prestazioni oculistiche erogate ai pazienti e la tutela della professionalità del medico oculista in ottemperanza ai principi di deontologia etica.
Fondazione Cottino
La Fondazione Giovanni e Annamaria Cottino vuole trasmettere la passione per la cultura imprenditoriale e le sfide alle giovani generazioni. Nel 2002 l’ing. Cottino, forte di un’esperienza personale di successo nel mondo imprenditoriale, decide di impegnarsi per promuovere una cultura d’impresa dal chiaro impatto sulla società. Premiare lo spirito d’iniziativa e generare un riscontro imprenditoriale sostenibile: queste due delle linee guida della Fondazione che opera oggi attraverso il sostegno concreto a progetti in diversi ambiti, primo fra tutti quello biomedicale, ispirandosi alla Venture Philanthropy e a progetti di solidarietà sociale. Il suo obiettivo nel tempo è di implementare azioni per generare conoscenza, per accelerare lo sviluppo di idee e progetti trasformandoli in impresa, ma anche a promuovere momenti di confronto, crescita dal basso e formazione con i diversi soggetti coinvolti. Quindi non solo finanziatori di start up, ma veri partner nel cammino di sviluppo da idea a impresa.
Novartis
Novartis fornisce soluzioni terapeutiche innovative in grado di far fronte alle esigenze, in continua evoluzione, dei pazienti e della società. Con sede a Basilea, in Svizzera, Novartis offre un portafoglio diversificato per meglio rispondere a queste esigenze: farmaci ad alto contenuto di innovazione, farmaci generici e biosimilari a costi competitivi e prodotti per la cura dell’occhio. Novartis detiene una leadership globale in ognuna di queste aree. Nel 2017, le attività del Gruppo hanno registrato un fatturato di 49,1 miliardi di dollari, mentre circa 9 miliardi di dollari sono stati investiti in Ricerca & Sviluppo. Le società del Gruppo Novartis contano circa 122.000 collaboratori. I prodotti Novartis sono disponibili in 155 Paesi del mondo.

Ulteriori informazioni nei siti www.novartis.it e www.novartis.com.