ASPETTANDO CROHN,l’agenda impossibile, per divulgare a giovani questa malattia

Arriva in Lombardia la campagna sociale per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla malattia di Crohn 

La malattia di Crohn è una patologia infiammatoria cronica dell’intestino che colpisce poco meno di 100.000 persone in Italia, soprattutto tra i 20 e i 30 anni.

I sintomi sono : dolori addominali, perdita di peso e diarrea, fatica,  febbre, che  si manifestano in modo imprevedibile e influenzano la vita quotidiana di chi soffre di questa malattia, con importanti risvolti sulle loro relazioni personali, lavorative e sociali.

Arriva in Lombardia la campagna di comunicazione sociale “Aspettando Crohn. L’agenda impossibile” patrocinata dalla Regione Lombardia, dall’associazione pazienti A.M.I.C.I. Onlus e dalla società scientifica IG-IBD (Italian Group for the study of Inflammatory Bowel Diseases), e promossa da Janssen Italia, per favorire l’informazione e sensibilizzare l’opinione pubblica sulla malattia di Crohn e sulla complessità della condizione delle persone che ne soffrono.

La presentazione della campagna in Lombardia è l’occasione per discutere non solo dell’impatto di questa malattia, ma anche dell’accesso alle terapie innovative e della tutela dei pazienti con:

  • Giulio Gallera, Assessore al Welfare, Regione Lombardia
  • Flavio Caprioli, membro del consiglio direttivo di IG-IBD e Dirigente Medico presso l’Unità Operativa di Gastroenterologia ed Endoscopia, Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico e Università degli Studi di Milano
  • Giuseppe Coppolino, Presidente AMICI Onlus sezione Lombardia
  • Salvo Leone, Direttore Generale AMICI Onlus
  • Massimo Scaccabarozzi, Presidente e Amministratore Delegato Janssen Italia
  • Maurizio Vecchi, Direttore di Unità Operativa Complessa Direttore della Scuola di Specializzazione in Malattie dell’Apparato Digerente, Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico e Università degli Studi di Milano