DOLORE NEUROPATICO – L’ITALIA HA I MASSIMI ESPERTI

L’Italia ha i massimi esperti del dolore neuropatico prova ne sia la prestigiosa nomina nel corso del congresso annuale della Peripheral Nerve Society (https://www.pnsociety.com) svoltosi a Genova dal 22 al 26 giugno. “La nomina di Editor-in-Chief delJournal of the Peripheral Nervous System è stata decisa dal Board of Directors della Società Scientifica dopo valutazione competitiva tra vari candidati internazionali” sottolinea il Prof. Giuseppe Lauria Pinter, Direttore del Dipartimento di Neuroscienze Cliniche della Fondazione IRCCS Istituto Neurologico ‘Carlo Besta’ ed Ordinario di Neurologia dell’Università di Milano.

Il Journal of the Peripheral Nervous System è la rivista ufficiale della Società Scientifica internazionale Peripheral Nerve Society che conta oltre 1200 iscritti ed è il riferimento internazionale in questo settore delle neuroscienze. La rivista, edita da Wiley, New Jersey, USA, è stata fondata nel 1996 da un ricercatore italiano, Mario Fiori, ma ha avuto sempre editori statunitensi. ”Cambia la struttura editoriale della rivista, con l’intenzione di dare sempre più rilievo alla ricerca di base e clinica, per continuare ad essere il giornale scientifico di riferimento per neurologi e ricercatori interessati alla malattie del sistema nervoso periferico. Ho nominato quattro ‘editori associati’ referenti per  quattro aree scientifiche: il Prof. Elior Peles del Weizmann Institute, Israele per “Meccanismi di malattia”,  il Dr. Alexander Rossor dell’UCL Institute of Neurology and National Hospital for Neurology, UK per “Genetica”, la Prof.ssa Claudia Sommer dell’Università di Würzburg, Germania per “Ricerca clinica”, ed il Prof. David Cornblath della Johns HopkinsUniversity di Baltimore, USA per “Clinical Trials”. Tra le novità, oltre ad una nuova veste grafica, inseriremo i ‘video-abstract’ degli articoli pubblicati, che permetteranno agli autori di diffondere i contenuti della propria ricerca in modo più efficace, e review con aggiornamenti sugli aspetti più importanti delle patologie del sistema nervoso periferico. Inoltre, pubblicheremo annualmente edizioni speciali costituite da più articoli relativi ad un argomento, con il contributo dei massimi esperti internazionali, per offrire aggiornamenti dalla biologia alla terapia delle neuropatie. Il primo sarà pubblicato entro la fine del 2019 e riguarderà un tema di estrema importanza, le neuropatie causate dalle chemioterapie”. Il  congresso annuale della Peripheral Nerve Society ha avuto un grande successo internazionale, al quale hanno contribuito molti ricercatori dell’Associazione Italiana per lo Studio del Sistema Nervoso Periferico (https://www.asnp.net/) della Società Italiana di Neurologia. “In questo contesto internazionale” conclude il Prof. Lauria Pinter, “sono onorato di una nomina che considero frutto dei risultati dell’attività scientifica che ho svolto negli ultimi 20 anni nel settore delle neuropatie periferiche, e che non sarebbe stato possibile raggiungere senza il contributo e la professionalità di tutti i miei collaboratori clinici, di laboratorio e di supporto alla ricerca, e dello straordinario ambiente che l’Istituto Neurologico ‘Carlo Besta’ è in grado di generare.”  Il prof. Lauria è coordinatore di diversi progetti europei tra cui  PAIN-Net che è  una rete di formazione innovativa finanziata dalla Commissione Europea, nell’ambito del programma Marie Skłodowska-Curie actions di Horizon 2020, il cui obiettivo è formare una nuova generazione di ricercatori in grado di affrontare le sfide attuali e future nell’area del dolore neuropatico, e di trasformare le conoscenze in benefici per i pazienti e per i servizi sanitari comunitari.

A Pain Net partecipano l’Università di Maastricht (Olanda), la Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori e l’Ospedale San Raffaele di MIlano, l’Università di Yale (USA), l’Alma Mater Studiorum, Università di Bologna, il Centre Europeen de Recherche en Biologie et Medecine (Francia), e le aziende Neuroscience Technologies SLP (Spagna), NsGene A/S (USA), Di.Val Toscana srl (Italia), The Careers Research and Advisory Centre (CRAC) Ltd (Gran Bretagna) e CFc srl (Italia).   Il dolore neuropatico colpisce il 5% della popolazione generale ed il 40% dei pazienti con malattie neurologiche, causando oneri enormi in termini di peggioramento della qualità della vita dei pazienti e costi sanitari. Il dolore neuropatico ha un ruolo importante anche nella fisiopatologia del dolore oncologico che riguarda fino al 50% dei pazienti nella fase iniziale della malattia e il 30% dei sopravvissuti. “Ogni anno PAIN-Net  organizza una settimana di formazione teorico-pratica durante la quale i giovani ricercatori approfondiscono, con la guida dei ricercatori senior, le diverse tematiche previste dal progetto finanziato dalla Commissione europea,” dice il Prof. Giuseppe Lauria, Direttore del Dipartimento di Neuroscienze Cliniche e della UOC Neuroalgologia della Fondazione I.R.C.C.S. Istituto Neurologico “Carlo Besta” e coordinatore del progetto.

Nella foto il Prof. Giuseppe  Lauria